I LAVORI STRADALI IN ITALIA

Ah, i lavori stradali. Ampliamento delle corsie autostradali, costruzione di raccordi e nuove strade per migliorare il flusso del traffico, rotonde per aumentare la sicurezza in alcune strade e migliorarne la viabilita’, rifacimento del manto stradale…
Tutte ottime motivazioni. Mi devono quindi spiegare perche’, anche solo per coprire un buco grosso quanto una pallina da tennis, devono chiudere una corsia intera per mesi per buttarci uno sputo di asfalto.

I lavori stradali in italia sono talmente lenti che i vecchi pensionati che si fermano a supervisionare i lavori sono gli stessi che da bambini chiedevano ai loro nonni cosa facessero tutto il giorno guardando il cantiere.

A Milano i lavori in zona Porta Garbaldi credo siano iniziati nel 1957 a.C. e siano quasi rimasti fermi per piu’ di 2000 anni. Ok c’e’ molto traffico a Milano. Ok ci vuole tempo. Ma la mia attuale auto ce l’ho dal 2007 e forse gia’ era pieno di new jersey e di cantieri sparsi in giro e non mi sembra di aver visto avanzamenti nei lavori.

A Segrate dove vivo attualmente poi, e’ meglio non parlarne.
I lavori di architettura moderna che stanno svolgendo sulle strade, farebbero impallidire persino Picasso in pieno trip cubista. I vecchi incroci semaforici (che vabbe’, ricordo essere stati prima provvisti di telecamere per le infrazioni, poi sequestrati, link1 e link2) sono stati sostituiti da due rotonde a 8 (si’ esatto, proprio a forma simile ad un 8), rotonde in cui la visibilita’ e’ pericolosamente pari a zero in alcuni punti, sono fatte MALISSIMO (ehi, ci passano camion e autobus, e’ ovvio che se sono strette le due corsie diventano una) e ovviamente una delle due e’ provvista di semaforo pedonale (perche’ fare un ponte come nelle altre rotonde piu’ avanti d’altronde?) che crea una coda piu’ lunga di quella che facevano prima i semafori (seriamente)…

E non vogliamo parlare della Rivoltana? Da Segrate, andando verso San Felice e passando per il famoso “ponte degli specchietti” della ferrovia (che, dopo essere stato “allargato” anni fa piuttosto che costruirne uno uguale in modo da farne uno per senso di marcia, e’ stato adibito a Stargate causa presenza di luci blu e viola di sera, che comunque fa il suo effetto scenografico), si arriva(va…?) ad una rotonda sotto ad un ponte, il ponte della Rivoltana.

Stargate segratese degli specchietti

Questa piccola strada provinciale passa per molte frazioni e paesi vicini ed e’ collegata a Viale Forlanini (porta direttamente in aeroporto). Il traffico e’ intenso e nelle fasce orarie lavorative e’ sempre stata molto caotica. Spuntano improvvisamente i lavori della Bre-Be-Mi e si prospetta una pesante modifica alla viabilita’, il ponte da 2 corsie diverra’ a 4 (2 per senso di marcia) e le strade laterali diventeranno da 4 a 2 corsie, cosi’ che il traffico maggiore sara’ sul ponte. Perfetto.

Mi devono quindi spiegare perche’ PRIMA abbattono il ponte e la rotonda chiudendo di fatto 2 delle 6 corsie e costringendo la gente ad usare le altre due rotonde vicine per passare dall’altra parte, poi dopo mesi riaprono la rotonda (richiusa poco dopo a causa di 2-3 incidenti visto che la gente si era abituata a vederla chiusa), dopodiche’ RESTRINGONO le 4 corsie rimanenti a 2 (dalle 6 iniziali) e lasceranno tutto cosi’ per 1 anno, come da comunicato ufficiale.
Finire prima il ponte o parte di esso era forse troppo intelligente e quindi hanno deciso per la strada ovviamente piu’ imbecille.

Potrei stare ore a parlare di altri lavori stradali nelle vicinanze e quelle di Milano, ma sarebbe come sparare sulla croce rossa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Italia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a I LAVORI STRADALI IN ITALIA

  1. Alèxandros ha detto:

    In realtà il cavalcavia della rotonda di San Felice, da intenzioni e progetto, doveva aprire una corsia per senso di marcia a fine Febbraio 2013. Invece sono arrivati a Luglio ed è ancora in costruzione “causa maltempo”.
    Quindi le corsie della Rivoltana sono state comunque ridotte (“[…]erano in programma e non si possono ritardare ulteriormente i lavori […]”) ma le due corsie sostitutive del cavalcavia non ci sono. Con grande inculata per noi automobilisti.

    • baboo85 ha detto:

      Quindi mi stai dicendo che volevano riaprire almeno 2 corsie (1 per senso di marcia) come era logico pensare, prima di restringere le altre due strade, ma causa ritardi e’ saltato e quindi invece che slittare con tutto hanno preferito BLOCCARE il traffico e continuare, saltando un pezzo dei lavori? E sara’ cosi’ per un anno?

  2. Ironbes ha detto:

    So che sono ingenuo ma per 2 minuti ho davvero creduto che la foto del ponte degli specchietti l’avessi Photoshoppata per dire una minchiata in più…quando ho capito che era vera ci sono rimasto davvero male…

    comunque Baboo for president!

  3. Ironbes ha detto:

    Cioè….stai pure a moderare i commenti?!?!

  4. Alèxandros ha detto:

    Esatto.
    O almeno è così che il giornale di Segrate di Mercoledì 26 Giugno diceva nell’articolo che avvertiva i segratesi dell’incremento del traffico sulla Cassanese causa “riduzione delle corsie”.

    • baboo85 ha detto:

      Non so piu’ cosa dire, non ci sono piu’ aggettivi per descrivere la cosa…

      Coglioni e’ poco. Deficienti e’ riduttivo… Nemmeno un branco di scimmie poteva essere piu’ stupido…

      • Alèxandros ha detto:

        Non posso che essere d’accordo dato che faccio la Cassanese per andare al lavoro ed è sempre più intasata da camion.

Spamma pure, esplica le tue parole (insomma, di' sta minchiata)...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...